Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Menu
Sei in: Home / Struttura

Qual è il ruolo del Polo museale? Quali sono le sue funzioni? Come è organizzato e quali musei gestisce?

Mission

Il Polo Museale della Puglia nasce in seguito alla riforma del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo attuata nel 2014 con l’obiettivo di potenziare le attività di valorizzazione dei musei italiani.

Coordinato dalla Direzione generale Musei, il Polo Museale della Puglia rappresenta il punto di connessione tra centro e periferia: opera per favorire il dialogo tra enti statali e locali, tra realtà museali pubbliche e private, per la costruzione del sistema museale regionale.

Lavora per valorizzare e rendere fruibile la ricchezza culturale dei musei statali della propria regione.

Coordina risorse umane, tecnologiche e finanziarie al fine di offrire al pubblico attività culturali ed espositive, servizi di accoglienza ed educativi di qualità.

Sostiene la nascita di reti locali che coinvolgono diversi attori per lo sviluppo di itinerari culturali e la crescita dei territori in cui opera.

Funzioni

    • Cosa fa il Polo museale

      • 01 Guida e coordina i musei statali della regione

        Programma le attività di gestione, valorizzazione, comunicazione e promozione del sistema museale regionale, in stretto contatto con i direttori dei musei che coordina.

      • 02 Valorizza il patrimonio culturale

        Definisce strategie e obiettivi comuni di valorizzazione per la più ampia fruizione del patrimonio culturale e per la creazione di servizi museali integrati.

      • 03 Garantisce standard di qualità dei servizi

        Assicura elevati standard qualitativi nella gestione e comunicazione, nell'innovazione didattica e tecnologica, dei musei di propria competenza.

      • 04 Favorisce accordi di valorizzazione territoriale

        Collabora con enti statali e locali per la definizione di programmi e piani strategici di sviluppo culturale del territorio.

      • 05 Promuove itinerari culturali

        Lavora con gli enti e le istituzioni del territorio per l’integrazione di percorsi di fruizione e servizi in itinerari turistico-culturali.

      • 06 Incoraggia la partecipazione attiva

        Promuove e gestisce progetti di sensibilizzazione e campagne pubbliche di raccolta fondi a sostegno del patrimonio culturale.

      Direttore

      Fabrizio Vona
      Direttore Polo Museale della Puglia

      +39 080 5285210

      Storico dell’Arte, attuale direttore del Polo Museale della Puglia dal 10 marzo 2015 . In precedenza (da novembre 2011) è stato a capo della Soprintendenza  Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della  città di Napoli. Incarico ricoperto continuativamente al quale si è aggiunta, nel 2014, la gestione della Reggia di Caserta, Patrimonio Unesco dal 1997. Soprintendente  per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Puglia dal 2008 al 2011 e ad interim anche  Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata (2009-2010). Nel Mibact dal 1981, ha diretto e curato numerosissimi lavori di restauro. Nella sua attività scientifica, sia come direttore del laboratorio di restauro della Soprintendenza, così come nei diversi  incarichi di docenza  presso l’Università degli Studi di Bari,  si è occupato di tecnologie del restauro e della conservazione, con particolare riferimento alle diverse tipologie di materiale, scultura lignea e porte bronzee medievali.

      Scarica il cv

      Staff

  • Musei

    Il Polo Museale della Puglia gestisce e coordina musei, gallerie, aree e parchi archeologici, monumenti e palazzi storici di proprietà statale.

Territorio

IL POLO MUSEALE

La nascita dei Poli museali è una delle principali novità introdotte nel 2014 con la riforma del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

il nostro patrimonio culturale

Il termine “Paesaggio” designa una determinata parte di territorio, così com’è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni. (Convenzione Europea del Paesaggio, art. 1 – Firenze 20 Ottobre 2000)

Il territorio pugliese si caratterizza per la straordinaria varietà del paesaggio che nasconde l’impronta di una storia lunga centinaia di milioni di anni. Sospesa  così tra natura, storia e tradizione, dolcemente avvinta tra il “Mar Piccolo” tarantino e l’Adriatico greco, croato e macedone, la Puglia racconta di sé fin dall’ Uomo di Altamura, esemplare di Neanderthal scoperto in anni recenti tra le doline dell’Alta Murgia. E’ sempre in questa terra che il 2 agosto del 216 a.C. l’ esercito cartaginese comandato con estrema abilità dal generale Annibale Barca, accerchiò e distrusse quasi completamente le legioni romane guidate dai consoli Lucio Emilio Paolo e Gaio Terenzio Varrone. Ed è proprio qui che, secoli dopo, Federico II di Svevia farà costruire l’edificio universalmente noto per la perfezione e l’armonia della sua forma ottagonale – Castel del Monte – uno dei più imponenti e solenni esempi di architettura fortificata, che fonde nella sua essenza materica elementi classici e rinascimentali con stilemi della cultura orientale.

Il Polo Museale della Puglia gestisce e coordina le attività di fruizione e valorizzazione di tredici luoghi della cultura statali: otto musei e aree archeologiche, una pinacoteca, quattro castelli a Bari, Trani, Copertino (Lecce) e Castel del Monte presso Andria, dichiarato Patrimonio dell’ Unesco nel 1996.

ITINERARI CULTURALI

Attraverso il Progetto Si.M.P.Ac.T. il Polo museale della Puglia sta provvedendo a realizzare una serie di attività dirette a valorizzare il patrimonio culturale e ambientale del territorio regionale, diffonderne la conoscenza sia “in loco” che oltre i confini regionali e ampliare l’accessibilità dei beni attirando “nuovi pubblici”. L’ obiettivo principale è costituire un modello di rete sia tra i beni del Polo che con organismi pubblici e privati del territorio, per la valorizzazione integrata dei beni culturali.

Sono in fase di progettazione itinerari tematici, slow e didattici tra i beni del Polo Museale della Puglia e la rete territoriale, in linea con gli ambiti territoriali dei percorsi proposti sul portale turistico regionale www.viaggiareinpuglia.it

  1. Bari e la Costa
  2. Puglia imperiale
  3. Gargano e Daunia
  4. Salento
  5. Magna Grecia Murgia e Gravine
  6. Valle d’Itria

NORMATIVA E TESTI DI RIFERIMENTO

Nel 2014, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha introdotto grandi novità nell’organizzazione del sistema museale italiano, definendo la missione dei musei e nuove modalità di gestione. Per saperne di più si può consultare la sezione dedicata sul sito della Direzione generale Musei.

Testi di riferimento a livello internazionale:

Torna sopra